Vuoi diventare un attore professionista?
Minima Teatro Academy

Pensi che il Teatro sia la tua strada?

Hai voglia di metterti in gioco, di sperimentare personaggi diversi, di sviluppare la comunicazione e la relazione con i compagni e con il pubblico?

Se stai cercando una realtà che ti permetta di sviluppare oltre alla “tecnica”, anche il tuo proprio percorso artistico, e di espressione, “Minima Teatro Academy” nasce proprio per offrirti un percorso di formazione fluida e dinamica.

Con un approccio diverso: il Metodo Minima Teatro.

Cos’è Minima Teatro Academy?

44 giornate formative – 330 ore di lezione

Un percorso progettato per permette all’attore di scoprire la propria attoralità, lavorando sui bisogni e sui desideri profondi che lo spingono alla scena.

Un diverso metodo di apprendimento, profondo, concreto e stratificato, con materie di studio che allargano le competenze e le possibilità di “Andare sul Palcoscenico”.  

“Minima Teatro Academy” è un percorso che punta all’eccellenza, proponendo un percorso in 2 anni, di tipo universitario, sotto al guida di un insegnante di Acting e Training e un team di 4 insegnanti con punti di vista e materie complementari.

Cosa fare per accedere all’Academy?

1

ISCRIVITI AL PROVINO

compila il form sotto
entro l’ 11 Ottobre 2020

2

SCEGLI UN MONOLOGO

tratto da un testo teatrale
di 7 minuti al massimo

3

VAI IN SCENA

Il provino é a Milano,
Sabato 17 Ottobre 2020

E’ possibile accedere a Minima Teatro Academy solo ogni 2 anni per una classe di massimo 16 partecipanti.

Struttura dei corsi

Ore di lezione: 330 ore (370 ore il secondo anno) con 5 insegnanti diversi
Età: dai 19 ai 40 anni
Accesso: Solo su provino
Frequenza: 44 giornate formative dal venerdì alla domenica. Vedi calendario delle lezioni sotto.
Durata: Da ottobre a giugno

Argomenti del Biennio

Gli argomenti, le esercitazioni e le prospettive attraverso le quali accade la preparazione di Accademy sono:

Acting 1 e  2 
Training 1 e 2 
Voce e Canto 
Dizione e Articolazione 
Teatro Danza e Contact Improvisation
Commedia dell’arte
Improvvisazione teatrale
Storia del teatro

Inoltre, al termine del percorso di Studi Biennale, c’è la possibilità di frequentare un Master in training teatrale, volto a sviluppare le competenze individuali a un approccio professionale e profondo al Training.
Da un lato come strumento di preparazione personale e fonte di ricerca artistica, dall’altro come momento di messa in discussione continua delle proprie capacità e alveo di ricerca di nuove possibilità espressive, in uno studio inesausto sull’espressività umana e la teatralità che ne consegue.

Calendario delle lezioni

Le lezioni si svolgeranno dal 23 Ottobre al 27 giugno 2021.
Tutti i venerdì dalle 20.00 alle 23.00
+ 2 week end (sabato e domenica) al mese dalle 10.00 alle 18.00

ottobre 24-25
novembre 7-8-28-29
dicembre 19-20
gennaio 9-10-30-31
febbraio 7-13-14  
marzo 6-7
aprile 10-11-17-18
maggio 8-9-22-23
giugno 5-6-21-23-25-27

...dimentica chi eri, scopri chi sei

…dimentica chi eri,
scopri chi sei!

Gli insegnanti

Fabio Boverio

Acting & training

… quanta vita le persone hanno racchiusa in se stesse, quanto cuore sono disposte a dare se spronate nel modo giusto. Quanta generosità ed emozione si sprigiona nel momento in cui si smette di recitare, e si inizia solo a vivere.

Cecilia Maresca

teatro danza

Diventerete dei danz-attori, imparerete a esprimervi attraverso il movimento autentico, quello primordiale. Perchè ogni gesto sia poetico ed espressione vera del sentire profondo.

Claudio Marconi

dizione e articolazione

Imparerete a padroneggiare lo strumento espressivo della comunicazione verbale, potenziando i vostri mezzi espressivi: dalla dizione all’articolazione, dalla respirazione al linguaggio del corpo.

Gianni Coluzzi

commedia dell'arte

Lavorando con me imparerete ad esprimervi in una dimensione extra-quotidiana necessaria al lavoro in maschera tipico della commedia dell’arte.

Paolo De Tuglie

voce e canto

Imparerete che usare la voce, parlata e cantata, è un percorso esplorativo-esperienziale di conoscenza con il vostro corpo e con il vostro animo.

Approfondimenti e FAQ

STUDI

In possesso di diploma di scuola media superiore, dopo gli studi in Conservatorio nella classe di canto lirico si è perfezionato con la prof. Castellani, la prof. Wally Salio e il prof. Vincenzo Manno (docente all’Accademia della Scala per solisti) in qualità di tenore.

Ha seguito gli studi di Musicoterapia presso la Scuola nella Cittadella d’Assisi e in Artiterapie presso la Provincia di Milano.
A scopo didattico ha praticato esperienze artistiche nella pittura, nell’euritmia musicale e nel canto presso il Centro Artistico Donatello di Milano.
Possiede conoscenza delle lingue Inglese e Francese scritta e parlata.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

Dal 1992 al 1998 ha svolto attività didattica con l’incarico di docente di educazione musicale e canto presso l’Associazione musicale “Claudio Monteverdi” di Cologno Monzese.
Dal dicembre 1997 al novembre 2000 ha collaborato con il “Nuovo Piccolo Teatro” di Milano come corista nell’opera Mozartiana “Così fan tutte” con la regia di G. Strehler, in Italia e all’estero.
Svolge attività concertistica come solista e con diverse formazioni vocali (Madrigalisti Ambrosiani, Accademia Corale Milanese, Orchestra Guido Cantelli, Orchestra Verdi, gruppo Virga Jesse, United Europe Chamber Orchestra,Coro Cantemus di Lugano, )

Ha lavorato come corista in produzioni operistiche per il teatro Sociale di Como, per l’A.s.l.i.c.o, per la Fondazione Toscanini di Busseto, la Corale Verdi di Parma, il Teatro Coccia di Novara, Accademia del teatro alla Scala.
Ha svolto attività didattica a Milano presso la scuola di formazione del Teatro Oscar, del Teatro Pantagruele e presso lo Studio D&G – danza yoga arti dello spettacolo in qualità di docente di vocalità. Inoltre svolge attività di insegnamento privatamente, dedicandosi alla tecnica vocale e all’interpretazione nei repertori Classico, Moderno, Musical. 
Ha svolto attività didattica nella classe di canto del Mo. Vincenzo Manno presso la Scuola Civica di Milano “Accademia Internazionale della Musica”.

Nel 2009 ha condotto laboratori sul tema “La voce e il corpo” presso il Centro Studi Terapia della Gestalt, nei seminari estivi residenziali di Siena per Counselor in formazione.
Ha tenuto laboratori sulla voce presso la scuola di formazione in Anatomia Esperienziale diretta dal Dr. Jader Tolja.     

Dal 2015 realizza un “PROGETTO MUSICAL” presso lo studio DY&G di Milano, per adolescenti, mettendo in scena quadri di Musical (Newsies, Peter Pan, Chicago, Romeo & Juliet, Singing in the rain),  in collaborazione con docenti di danza e teatro. Inoltre, presso lo stesso studio,dirige  da due anni  un gruppo corale nel repertorio Gospel e Jazz.
Da molti anni è inoltre impegnato in laboratori di ricerca sul tema “Suono-Voce-corporeità” in collaborazione con operatori del campo medico e delle psicoterapie.

FINALITA’ DELLA PROPOSTA DIDATTICA

L’uso della maschera apre l’attore ad un uso completo delle proprie potenzialità espressive: corpo voce e movimento acquistano forza e concretezza. Sotto la maschera l’attore rinuncia a sé per diventare maschera egli stesso. Abbatte le divisioni tra sé e la maschera, superando i confini della propria identità per essere totalmente altro e potersi esprimere in una dimensione extra quotidiana.

Si tratta di un teatro che inventa se stesso, una macchina di giochi teatrali in grado di riempire senza sosta l’assenza del testo scritto. Un accurato lavoro sui meccanismi scenici e di improvvisazione svelerà le tecniche teatrali della Commedia, fondamentale complemento della formazione dell’allievo e del professionista.

PROGRAMMA SINTETICO

  • Introduzione storico-teorica alla Commedia dell’Arte.
  • Preparazione fisica e tecnica base del movimento.
  • Attitudini e gestualità delle maschere. 
  • I temi e i linguaggi delle maschere.
  • Traiettorie di palcoscenico.
  • Messa in scena di contrasti tra maschere.

CURRICULUM VITAE BREVE

Attore, regista e formatore teatrale, comincia la propria carriera artistica diplomandosi nel 1994 Danzatore Professionista presso la Rambert School di Londra.
A Milano  frequenta la scuola di recitazione triennale di Quelli di Grock e successivamente studia e lavora con Nikolaj Karpov (Biomeccanica Teatrale) e Eugenio Allegri, uno dei massimi esperti italiani di Commedia dell’Arte. Con lui studia in numerosi seminari, fino ad affiancarlo nella conduzione del training fisico degli allievi. Tra i seminari tenuti negli ultimi anni, nell’estate 2010 affianca il Maestro e altri professionisti europei nella conduzione di  Comici Scavalcamontagne, cinque settimane di lavoro culminato con una breve tournee italo-francese di due canovacci. Con la regìa di Allegri, recita in tre scenari di Commedia: L’assedio di Torino (interpretando il Conte Knud),  La suite del Grande Arlecchino (nei panni di Arlecchino) Magna Italia, presentato nel palinsesto ufficiale EXPO 2015 (nel ruolo di Brighella). Ogni anno, al Trebbo, dal 2017,  centinaia di ragazzi assistono allo spettacolo Arlecchino, di cui ha curato drammaturgia e regia. Tiene regolarmente corsi e seminari (a Milano, Cremona, Bergamo, Pavia, Rimini).

Iscriviti al provino per entrare a Minima Teatro Academy

Fabio Boverio

ACTING & TRAINING

TRAINING 1

Non esiste movimento senza risonanza interna per l’attore. Il fisico nel suo esprimersi è un tutt’uno con la sfera emotiva, energetica e relazionale rispetto al partner, al mondo che ci circonda e alla scena. Una consapevolezza del proprio corpo consente di percepire meglio e veicolare in modo più efficace la nostra emotività, sostenendola e dandole forma tangibile.

Al primo anno di Minima Teatro Accademy affrontiamo quindi le basi del training dal punto di vista di azioni concrete e fisiche, in cui i pensieri diventano immediatamente azioni istintive. Lavori di gruppo si alternano allo studio individuale sia come momento di ricerca, che come momento di approfondimento. La gran parte di questo allenamento è orientato a creare un corpo reattivo, atleticamente pronto e rilassato, capace di reagire agli istinti e agli impulsi. Coordinazione, resistenza fisica, reattività, energia e sincronicità saranno gli elementi fondanti di un training volto a fissare un livello energetico minimo con il quale presentare le scene e i testi nelle lezioni di Acting.

  • Bioenergetica, Sviluppo del pensiero fisico, Reattività istintiva, Equilibrio, Ritmica del corpo, Coordinazione.

ACTING 1

Nel primo anno di Acting ci concentreremo sulla costruzione di una scena, sull’energia necessaria a realizzarla come attori e interpreti, sull’uso della voce, del ritmo e del timing. Andremo ad affrontare l’analisi del testo, il modo in cui trovare tutte quelle informazioni che sono necessarie all’attore per dare vita ad un’azione credibile, intensa e coinvolgente. Verranno utilizzate tecniche di grammelot per potenziare l’espressività attorale. Analizzeremo la differenza fra azione e gesto, fra presenza e recitazione, implicazione/senso di verità e finzione. 

Il lavoro autorale e sui testi verrà svolto a partire da autori come Shakespeare, Goldoni e i Classici Greci. Autori questi che consentiranno di mettere in azione quanto imparato nelle sessioni di Training 1 e che consentono all’allievo di confrontarsi con la potenza evocativa dell’immagine generata dalle parole che si pronunciano. 

Sono previsti alcuni incontri aperti con il pubblico sia durante la fase di lavoro sulle scene, sia in quella di presentazione da parte degli studenti. 

  • Affrontare una scena: grammatica della struttura, del ritmo, dei segmenti; analisi del testo, suscitare l’immaginazione. 
  • Affrontare le prove: il massimo risultato nel minimo tempo, la condivisione delle idee, come trasformare un’idea in un progetto, il “montaggio” scenico.
  • Lavorare con il partner: accogliere le proposte, rilanciare, vivere insieme un’esperienza, non pensare ma reagire. 

TRAINING 2 

Al secondo anno viene approfondito il lavoro sul training sia di gruppo che individuale. Sempre più il senso della preparazione scenica diventa parte essenziale della creazione e della strutturazione di partiture fisiche che aiutino a sviluppare un’elevata qualità nell’Acting.  Leader, coro greco e istintualità collettiva si vanno a intersecare con un lavoro individuale – ma “insieme” ai compagni – dove ci si focalizza sul training come la preparazione del singolo in relazione alla collettività di uno spettacolo. Un training che porta alla condizione di “trasparenza” dell’attore, lasciando vedere ogni emozione che lo attraversa. Il senso della meraviglia, il respiro aperto e organico, lo spazio e la ricerca degli impulsi vitali che animano ogni nostra azione in scena e nella vita divengono gli orizzonti del lavoro e dello studio in aula nelle sessioni di training. Spesso le scene vengono innestate nel lavoro di training e viceversa, per mostrare la stretta connessione fra le due cose e come il primo sia la fonte creativa de nostro “Acting”, oltre che un serbatoio di creatività inesauribile.

  • Bioenergetica, Lo spazio vuoto, Impulsi e improvvisazione del sentire, Reattività di gruppo, Sequenza fisica e training individuale, Respiro organico. 

ACTING 2

Al secondo anno tutte le sessioni di Acting prevedono la presenza del pubblico. Per noi è fondamentale che l’attore si alleni a mostrare al pubblico non solo il prodotto finito, ma anche il lavoro in itinere, poiché questo è il compito dell’attore: mostrare costantemente il processo. 

Nel secondo anno quindi verranno approfonditi i lavori sulla verità scenica, sul bersaglio e sul rapporto col pubblico. Concetti come generosità, apertura e abbandono affrontati nel training diventeranno l’ossatura portante del lavoro scenico, uniti ad un lavoro consapevole sui suoni e sulla parola, sul canto e la regia. 

Elemento essenziale infatti che viene introdotto al secondo anno è quello di “Proposta Scenica”, dove l’allievo impara a dare voce al proprio lato artistico, personale e comunicativo attraverso gli strumenti approfonditi dell’allestimento individuale e di gruppo, del modo in cui un’immagine possa essere veicolata in scena per essere maggiormente efficace e il modo di fare tutto questo nel più breve tempo possibile, per lasciare all’attore il suo compito più importante: vivere la propria creazione. 

Al termine del Biennio Formativo di Accademy, gli allievi porteranno il proprio spettacolo all’interno della cornice dell’Open Theatre Festival in arena per 2 repliche, avendo l’occasione di mettere in pratica tutto ciò che hanno appreso durante il percorso. 

  • La vita organica e istintiva sulla scena, Bisogni e obiettivi, cambiare costantemente l’altro, io e il personaggio, strutturazione registica di una scena.  

STUDI SVOLTI 

  • Dottorato di ricerca in Comunicazione e Nuove Tecnologie all’università IULM di Milano. Ambiti di ricerca: Teoria e estetica della comunicazione, Fenomenologia del ‘900, Estetica e teoria dell’arte. 
  • Conseguimento della laurea Magistrale in Scienze Filosofiche presso l’Università Statale degli Studi di Milano, con votazione di 110 e lode / 110. 
  • Ottima conoscenza della lingua francese sia orale che scritta. 
  • Conoscenza della lingua inglese a livello base. 
  • Buona conoscenza della lingua Latina e Greca antica. 

FORMAZIONE PROFESSIONALE 

1998–2001 Percorso di formazione presso Quelli di Grock (MI) 

2001–2002 Corso di regia presso il Tetro Libero di Milano, con Corrado D’Elia

2002–2006 Percorso seminariale-professionale volto all’approfondimento delle tecniche dell’attore, in 

particolar modo sul teatro shakespiriano nella sua attualità fisico-espressiva: 

  • Master di Regia “dal testo alla scena”, presso la scuola civica Paolo Grassi

Mamadou Dioume, attore della compagnia di Peter Brook: 

“Senso e Presenza: il corpo e la voce” 

Seminario intensivo e studio su “Macbeth” Seminario intensivo e studio su “Re Lear” 

Roberta Carreri, attrice e formatrice dell’Odin Teatret di Eugenio Barba 

Arianna Scommegna, seminario sulla creazione del personaggio 

Claudio Orlandini, “L’attore creativo” 

“Lo spazio poetico – studio su “Aspettando Godot” “La naturalità e il processo organico dell’attore” 

Maurizio Salvalalio, Romeo e Giulietta” 

Amleto” 

“Un tram chiamato desiderio” 

Gaddo bagnoli: “Seminario sulla MIMESI, secondo il metodo di Orazio Costa” 

“Seminario intensivo su emotività e corpo espressivo” 

Claudio Marconi, “Logica della battuta”. 

Personaggio, logica e fisicità della battuta”. 

Corrado D’Elia, “Emotività e azione” 

Seminario intensivo su “Caligola” di Albert Camus 

 

INSEGNAMENTO

  • Dal 2009: Corsi di I°, II° e III° anno presso MinimaTeatro (Milano e Brescia
  • Dal 2011: Corso di approfondimento del training attorale presso il Liceo Scientifico N. Copernico (Brescia
  • Nel 2012: Laboratorio di perfezionamento attorale OFFICINA (Brescia
  • Dal 2009 al 2013: Corsi di I° anno, II° anno e seminari per la scuola “All Dance Studio” (Cassano d’Adda). 
  • Dal 2010 al 2012: Insegnante di recitazione di II° anno presso Accademia della Voce – Spazio H- Vox (BS) 
  • Dal 2017 collaborazione con L’università statale di Milano per seminari sull’emotività e la consapevolezza emotiva mediante l’impiego di tecniche teatrali. 

Tra i seminari tenuti negli ultimi anni: Il teatro e il sacro (ATIM – Milano); Il corpo e lo spazio scenico e Otello (Accademia della Voce di Brescia); L’energia dell’attore (Accademia della Voce di Brescia e Associazione teatrale VIANDANZE – Desenzano – ) 

 

INOLTRE 

  • 2011 – 2013 membro della giuria del contest italiano MIassaggi, a cura di Teatring 
  • Nel 2002: insegnante di recitazione i I° anno presso Teatro Libero (MI) 
  • Da Gennaio 2007 Coach, Formatore Aziendale e Team Builder, per aziende e enti. 
  • Da settembre 2009 al maggio 2016 docente presso l’Università E-Campus di Comunicazione e Public Speaking
  • Da gennaio 2008 Formatore Docenti delle scuole superiori, con competenze di rafforzamento comunicativo tra docenti e studenti, organizzazione e gestione di corsi di aggiornamento di natura comunicativa-relazionale. 
  • Dal 2015 Tengo conferenze e corsi di empowerment e consapevolezza di sé in collaborazione con l’Università statale di Brescia

 

REGIA

2017: “Chiamatemi Karl” da Karl Valentin 2016: “La locandiera”, di Carlo Goldoni

2015: ”Linea di Confine”, da Bertold Brecht e Primo Levi 2014: “Othello: uno studio” da W. Shakespeare

2012: “Nell’ufficio di Babbo natale”, spettacolo per ragazzi con Laura Formenti, scritto da Giuseppe Della Misericordia.

2011: “In terra Lontana”, tratto da “Omero – Iliade” di Alessandro Baricco, in collaborazione con “39 Stelle Teatro”.

2011: “Il Sogno”, tratto da “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare 2010: “La 12° notte” di William Shakespeare

2009: “Tutto il formaggio del Mondo”, monologo la cui drammaturgia è stata tratta da “Il cancro mi ha reso più frivola”. Spettacolo vincitore della borsa di lavoro “Alfonso Marietti” indetta dall’Accademia dei Filodrammatici di Milano.

2005: “Urlo Libero”, il cui testo è stato scritto dalla drammaturga Fiona Dovo. Nel 2008 vince il primo premio alla rassegna Schegge d’autore.

2004: “Molto Rumore per Nulla” di William Shakespeare. 2003: “Il letto ovale” di Ray Cooney .

2002: “A porte Chiuse” di Jean Paul Sartre. 

Edizione 2010 e 2011 dei “Misteri della Valle”, spettacolo di fiabe per bambini itinerante nelle piazze della Valle D’Aosta. 

Cecilia Maresca

TEATRO DANZA

CONTENUTI DEL CORSO

  • elementi di danza contemporanea
  • elementi di streching e yoga
  • contact improvisation
  • floorwork
  • istant composition
  • metodo Laban-Bartenieff

OBBIETTIVI

  • allenare corpo, mente ed emotività all’improvvisazione e alla creazione /composizione di un pezzo coreografico e/o teatrale.
  • ricerca individuale sul proprio mondo interiore e fisico; scoperta e sviluppo del proprio movimento naturale e delle proprie attitudini.
  • acquisire maggiore ascolto e fluidità nell’uso del corpo. 
  • affinare la consapevolezza fisica e le diverse qualità di movimento.
  • approfondire la relazione fisica ed emotiva, nelle sue svariate forme e possibilità, con gli altri individui.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE 

Da a.s. 2004/2005 a a.s. 2008/2009 Liceo Scientifico “L. Cremona” di Milano. Diploma di liceo scientifico con votazione 72/100. 

Da a.a. 2010/2011 a a.a. 2013/2014 Università degli Studi di Milano Bicocca – Corso di laurea triennale in Scienze dell’Educazione. 

Aprile 2014 Laurea in Scienze dell’Educazione con votazione 108/110. 

Da a.a 2015/2016 a a.a. 2017/2018 Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, Milano – Corso professionale di Teatrodanza. 

10 Luglio 2018 Diploma di danzatrice professionista presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, Milano. 

MADRELINGUA: italiano ALTRE LINGUE: inglese 

ESPERIENZA FORMATIVA IN AMBITO EDUCATIVO 

Dal 2009 al 2014 svolgo in maniera continuativa attività di baby-sitter presso varie famiglie con bambini dai 0 ai 13 anni. 

Dal 2011 al 2014 seguo due ragazzini stranieri nello svolgimento pomeridiano dei compiti scolastici e nell’apprendimento della lingua italiana. 

Nel corso dell’anno accademico 2012-2013 presto attività di tirocinio presso la Cooperativa Diapason di Milano. In particolare, svolgo 200 ore complessive di attività presso il progetto “Bru- Co” di Milano frequentato da minori tra i 12 e i 16 anni circa, prestando assistenza durante lo svolgimento dei compiti scolastici e svolgendo attività laboratoriali e di animazione. 

Nel corso dei tre anni universitari partecipo ad alcuni laboratori formativi interdisciplinari: “Pedagogia del corpo e della psicomotricità”, “Clinica della formazione” e “Psicologia delle emozioni”. 

Dal 2011 al 2013 partecipo con cadenza settimanale ai seminari di Pedagogia Immaginale e di Controeducazione, organizzati e diretti dal Prof. Paolo Mottana, docente di Filosofia dell’Educazione, insegnamento del Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione, presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca. 

Nel 2013 partecipo, sempre con cadenza settimanale, in collaborazione con l’associazione “Papa Giovanni XXIII” sede di Como, alle attività serali di aiuto e assistenza ai senzatetto che dimorano nella zona del Duomo di Milano. 

Nell’estate del 2013 partecipo ad una spedizione, della durata di una settimana, in Moldavia con l’associazione “IRFF ONLUS – Sostegno a distanza” con sede a Villa di Tirano. Durante questa spedizione soggiorno nel campo estivo di Chisinau che ospita bambini orfani o abbandonati dai genitori e nel centro “Raggio di Sole” di Singerei che accoglie minori dai 4 ai 14 anni con gravi problemi familiari, svolgendo in tutte le occasioni attività di animazione e servizio. 

Dal 2011 al 2014 saltuariamente svolgo attività di animazione per feste di compleanno e matrimoni. 

Durante il mese di giugno 2014 partecipo ad un corso di formazione, di 24 ore, dal titolo “La narrazione dell’esperienza educativa tra autobiografia e analisi dei casi”, presso la coop. sociale Lo Scrigno, di Milano. 

ESPERIENZA FORMATIVA IN AMBITO ARTISTICO 

Studio danza classica dai 6 ai 13 anni presso l’Accademia “Annamaria Bruno” di Milano; danza latinoamericana e moderna tra i 15 e 16 anni presso l’associazione Polisportiva “Tra Cielo e Terra”; danza contemporanea e africana presso l’associazione Arci “Mo ‘O Me Ndama” e presso lo Spazio Danza “TILT” tra i 17 e i 22 anni; contact improvisation presso la Scuola di Teatro Cinema Danza “Il Faro teatrale” di Milano; teatro presso la Scuola MinimaTeatro, sempre di Milano; teatro danza presso la Civica Scuola di Milano Paolo Grassi, nella quale mi diplomo. 

Partecipo a diverse jam di contact improvisation e workshops di danza e teatrodanza. Tra i più significativi: danza africana e contemporanea con Lazare Ohandja e contact improvisation con Paul Dennis. 

Durante gli anni dell’Accademia Paolo Grassi partecipo a masterclass e a lavori coreografici con importanti danzatori e coreografi, quali: Enzo Cosimi, Luca Veggetti, Julie Anzillotti, Paola Lattanzi, Julie Ann Stanzak, danzatrice del TanTanztheater di Pina Baush, Sergio Antonino e Avi Kaiser, Olivier Dubois, con il quale diamo vita a Tragèdie Extended, una nuova versione del suo famoso Tragèdie, Alessandra Corti e l’attrice e pedagoga Maria Consagra.

Il Teatro Danza è un fenomeno coreografico che nasce con Pina Baush e il suo Tanztheatre di Wuppertal (Germania) tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso; fondando le sue radici nella danza moderna e nell’ Espressionismo degli anni Trenta, si sviluppa poi in tutto il mondo, incrociando e commistionandosi con le più svariate correnti dell’arte contemporanea. Oggi il teatrodanza è qualcosa che cerca di andare oltre le idee di danza, di movimento, di teatro, di performance. E’ la continua ricerca e composizione della relazione con se stessi, con gli altri e con lo spazio che ci circonda, in un dialogo incessante tra incontro e scontro, individualità e collettivita: ogni individuo agisce e sceglie in ogni momento, tramite azioni, movimenti, gesti, percorsi, parole, mettendo così in campo la propria volontà e creando forme diverse di identità.

Claudio Marconi

DIZIONE E ARTICOLAZIONE

CORSO INTENSIVO DI TECNICA DELLA COMUNICAZIONE VERBALE 

Il corso propone esercizi specifici, ideati per gli attori, al fine di apprendere una corretta dizione della lingua italiana e tecniche di respirazione, articolazione ed impostazione per migliorare la qualità dell’emissione vocale. Propone inoltre un approfondimento della conoscenza dello strumento espressivo attraverso un migliore utilizzo della logica e di un uso più efficace della modulazione della voce.  Un indagine attorno all’immensa ricchezza del linguaggio del corpo e dei propri mezzi espressivi per potenziarli, ottimizzare l’energia comunicativa, acquisire sicurezza e spontaneità nel parlare e nell’agire sia in pubblico, per ragioni teatrali o professionali, che nei rapporti interpersonali e di lavoro. 

ARGOMENTI TRATTATI

  • Dizione fonetica: la corretta pronuncia della lingua italiana 
  • Articolazione: la pigrizia fonetica e l’eliminazione delle cadenze
  • Impostazione della voce: la respirazione diaframmatica e i risuonatori 
  • Dizione espressiva: l’importanza del linguaggio corporeo per la qualità della parola

CURRICULUM VITAE BREVE

attore, regista, insegnante di recitazione, dizione, voce e tecnica della comunicazione. Laureato in Lettere Filosofia, con indirizzo in Comunicazioni sociali e tesi in Storia del teatro, ha frequentato l’Accademia dei filodrammatici di Milano. Ha svolto attività di doppiaggio, speakeraggio e radio. Ha maturato una trentennale esperienza nel campo dell’insegnamento della tecnica teatrale e delle tecniche della comunicazione.
Collabora come interprete e assistente con importanti registi della scena italiana, è formatore di Dizione voce  e Public Speaking per L’Università degli Studi di Milano, collabora con il Politecnico, con l’Università Cattolica e con importanti scuole di Teatro di Milano e provincia. E’consulente per le aziende e per l’attività teatrale in ambito psichiatrico presso l’Ospedale S. Gerardo di Monza.

Gianni Coluzzi

COMMEDIA DELL’ARTE

FINALITA’ DELLA PROPOSTA DIDATTICA

L’uso della maschera apre l’attore ad un uso completo delle proprie potenzialità espressive: corpo voce e movimento acquistano forza e concretezza. Sotto la maschera l’attore rinuncia a sé per diventare maschera egli stesso. Abbatte le divisioni tra sé e la maschera, superando i confini della propria identità per essere totalmente altro e potersi esprimere in una dimensione extra quotidiana.

Si tratta di un teatro che inventa se stesso, una macchina di giochi teatrali in grado di riempire senza sosta l’assenza del testo scritto. Un accurato lavoro sui meccanismi scenici e di improvvisazione svelerà le tecniche teatrali della Commedia, fondamentale complemento della formazione dell’allievo e del professionista.

PROGRAMMA SINTETICO

  • Introduzione storico-teorica alla Commedia dell’Arte.
  • Preparazione fisica e tecnica base del movimento.
  • Attitudini e gestualità delle maschere. 
  • I temi e i linguaggi delle maschere.
  • Traiettorie di palcoscenico.
  • Messa in scena di contrasti tra maschere.

CURRICULUM VITAE BREVE

Attore, regista e formatore teatrale, comincia la propria carriera artistica diplomandosi nel 1994 Danzatore Professionista presso la Rambert School di Londra.
A Milano  frequenta la scuola di recitazione triennale di Quelli di Grock e successivamente studia e lavora con Nikolaj Karpov (Biomeccanica Teatrale) e Eugenio Allegri, uno dei massimi esperti italiani di Commedia dell’Arte. Con lui studia in numerosi seminari, fino ad affiancarlo nella conduzione del training fisico degli allievi. Tra i seminari tenuti negli ultimi anni, nell’estate 2010 affianca il Maestro e altri professionisti europei nella conduzione di  Comici Scavalcamontagne, cinque settimane di lavoro culminato con una breve tournee italo-francese di due canovacci. Con la regìa di Allegri, recita in tre scenari di Commedia: L’assedio di Torino (interpretando il Conte Knud),  La suite del Grande Arlecchino (nei panni di Arlecchino) Magna Italia, presentato nel palinsesto ufficiale EXPO 2015 (nel ruolo di Brighella). Ogni anno, al Trebbo, dal 2017,  centinaia di ragazzi assistono allo spettacolo Arlecchino, di cui ha curato drammaturgia e regia. Tiene regolarmente corsi e seminari (a Milano, Cremona, Bergamo, Pavia, Rimini).

Paolo De Tuglie

VOCE E CANTO

CLASSE DI CANTO – PRESENTAZIONE

Lo studio e la pratica del canto rappresentano un percorso esplorativo – esperienziale e di conoscenza della propria voce, parlata e cantata, della propria sensibilità corporea e delle “correnti” che attraversano il nostro animo. 

Il corso di Canto sarà strutturato su sei obiettivi fondamentali:

  • Scoprire ed imparare ad utilizzare in modo sano e funzionale il prezioso strumento musicale che è la nostra voce, acquisendo le basi della tecnica vocale. Ci concentreremo soprattutto sulle tecniche di respirazione, di emissione, di sostegno e rilassamento attraverso il fiato. Impareremo poi ad acquisire il controllo della direzione della voce, dei passaggi della voce e dei registri attraverso esercizi mirati quali i vocalizzi per lo sviluppo della muscolatura e dell’intonazione, scale, intervalli e arpeggi, esercizi posturali e di respirazione. 
  • Acquisire consapevolezza della propria emissione sonora, attraverso lo sviluppo delle proprie potenzialità vocali e l’arricchimento timbrico. 
  • Apprendere le basi della teoria musicale e della terminologia vocale.
  • Lavorare sull’educazione ritmica attraverso esercitazioni e stimolazioni vocali. 
  • Sviluppare una buona tecnica interpretativa e la sensibilità musicale necessaria per eseguire brani musicali scelti insieme.
  • Costruire un repertorio individuale e corale, attingendo soprattutto al mondo del gospel e del musical, al fine di armonizzare la vocalità individuale e collettiva.

STUDI

In possesso di diploma di scuola media superiore, dopo gli studi in Conservatorio nella classe di canto lirico si è perfezionato con la prof. Castellani, la prof. Wally Salio e il prof. Vincenzo Manno (docente all’Accademia della Scala per solisti) in qualità di tenore.

Ha seguito gli studi di Musicoterapia presso la Scuola nella Cittadella d’Assisi e in Artiterapie presso la Provincia di Milano.
A scopo didattico ha praticato esperienze artistiche nella pittura, nell’euritmia musicale e nel canto presso il Centro Artistico Donatello di Milano.
Possiede conoscenza delle lingue Inglese e Francese scritta e parlata.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

Dal 1992 al 1998 ha svolto attività didattica con l’incarico di docente di educazione musicale e canto presso l’Associazione musicale “Claudio Monteverdi” di Cologno Monzese.
Dal dicembre 1997 al novembre 2000 ha collaborato con il “Nuovo Piccolo Teatro” di Milano come corista nell’opera Mozartiana “Così fan tutte” con la regia di G. Strehler, in Italia e all’estero.
Svolge attività concertistica come solista e con diverse formazioni vocali (Madrigalisti Ambrosiani, Accademia Corale Milanese, Orchestra Guido Cantelli, Orchestra Verdi, gruppo Virga Jesse, United Europe Chamber Orchestra,Coro Cantemus di Lugano, )

Ha lavorato come corista in produzioni operistiche per il teatro Sociale di Como, per l’A.s.l.i.c.o, per la Fondazione Toscanini di Busseto, la Corale Verdi di Parma, il Teatro Coccia di Novara, Accademia del teatro alla Scala.
Ha svolto attività didattica a Milano presso la scuola di formazione del Teatro Oscar, del Teatro Pantagruele e presso lo Studio D&G – danza yoga arti dello spettacolo in qualità di docente di vocalità. Inoltre svolge attività di insegnamento privatamente, dedicandosi alla tecnica vocale e all’interpretazione nei repertori Classico, Moderno, Musical. 
Ha svolto attività didattica nella classe di canto del Mo. Vincenzo Manno presso la Scuola Civica di Milano “Accademia Internazionale della Musica”.

Nel 2009 ha condotto laboratori sul tema “La voce e il corpo” presso il Centro Studi Terapia della Gestalt, nei seminari estivi residenziali di Siena per Counselor in formazione.
Ha tenuto laboratori sulla voce presso la scuola di formazione in Anatomia Esperienziale diretta dal Dr. Jader Tolja.     

Dal 2015 realizza un “PROGETTO MUSICAL” presso lo studio DY&G di Milano, per adolescenti, mettendo in scena quadri di Musical (Newsies, Peter Pan, Chicago, Romeo & Juliet, Singing in the rain),  in collaborazione con docenti di danza e teatro. Inoltre, presso lo stesso studio,dirige  da due anni  un gruppo corale nel repertorio Gospel e Jazz.
Da molti anni è inoltre impegnato in laboratori di ricerca sul tema “Suono-Voce-corporeità” in collaborazione con operatori del campo medico e delle psicoterapie.