Minima teatro
Dicono di noi

Ecco chi ci ha scelto

Minima Teatro? Una tavola da Surf!

Chiara

Per me è stato un salto nel buio perché non avevo alcuna esperienza: e senza aspettative è stato anche meglio. Cercavo qualcosa che mi desse una scossa, ed è stato così. Qui ho trovato tanto divertimento, tanta fatica fisica, e un mia crescita interiore. Superare i blocchi fisici e sentirsi a proprio agio nel lavorare con gli altri è il modo migliore per scoprire qualcosa di noi.

Quello che continua a stupirmi è la concretezza del lavoro, sin dal primo momento, quando mi sono sentita dire che sul muro c’era una scritta invisibile “Vietato recitare”, che mi ha spiazzato. Ho pensato, ma come? Sono o no in una scuola di teatro?

Poi tutto è stato chiaro e ora sono elettrica per il lavoro finale, dove produciamo scritti con temi specifici che vengono integrati dentro al testo dell’autore, ed è bellissimo: quella è roba tua che è riuscita a entrare nel contesto del lavoro!

Ma la cosa più importante è che attraverso questo corso sono riuscita a capire com’è essere davvero quello che si è nella vita di tutti i giorni. Minima Teatro è per me una tavola da surf sulla quale non sono ancora in piedi, sto remando forte con le braccia, ma intanto è una figata pazzesca!

Video
> Leggi le altre testimonianze